Sezione 04

Title

Title

Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.
14
nov
2012

L'Almablava di Franca Masu


“Torno ad Alghero, alla mia gente”... Così comincia questo nuovo viaggio sonoro di una algherese universale, Franca Masu. Con il suo ritorno a casa, alla sua amata Alghero. Un intento che in principio sorprende: cominciamo il viaggio ritornando, ricordando tutto quello che abbiamo appreso nell’andare, rimpiangendo quello che abbiamo lasciato e desiderando di partire nuovamente, verso altri destini.

Un viaggio emozionale e sonoro azzardato: Franca si invita e ci invita a immergerci in acque profonde, dove la propria musica sarà l’ossigeno che ci manterrà in movimento. Undici canzoni che possono anche essere undici momenti, più o meno intensi, della vita di una donna che porta il mare negli occhi e nel cuore. Nuda, semplice, senza alcun artificio o suono che alteri parole o musica, confidandosi con l’ascoltatore, canta all’amore, alla speranza, alla paura, alle proprie radici, al rimpianto, all’amarezza, all’oblio, alla passione, invitando chi ascolta a convertirsi in suo compagno di viaggio, ad esser suo complice. E non solo canta: spiega, piange, freme, spera, sorride, mormora, culla e sospira. Tutto con una essenzialità che ci commuove dalla prima nota all’ultima. Ed è proprio dentro l’essenza che riusciamo a trovare la bellezza autentica.

Ci sono voluti cinque dischi , o quattro se non consideriamo l’album dei suoi 10 anni di carriera che ripassava i suoi migliori brani in repertorio, per arrivare alla pienezza artistica. E tutto questo non è per niente facile. Questa maturità si raggiunge quando l’artista, come ha fatto Franca, si guarda allo specchio in silenzio e solitudine e va spogliandosi di tutto quello che la avvolge: etichette, pregiudizi, buone e cattive critiche e soprattutto, quando riesce a fare la cosa più difficile: svuotare completamente l’anima e dei sentimenti estratti, farne musica.

Non è necessario elencare tutte le canzoni o spiegarle. Perchè il viaggio consiste proprio in questo: immergersi e accompagnare Franca Masu nella intimità e lasciarsi trasportare, sapendo che tutto ciò che proveremo non ci lascerà indifferenti. Fado, tango, morna, bolero, jazz, reminiscenze africane, arabe. Il tutto bagnato da quella autenticità che sempre ha contraddistinto Franca, con la sua forza , la sua vulnerabilità e la sua tenerezza. Tutto nella sola verità della sua voce. ALMABLAVA è pertanto un viaggio musicale che ci lascia quella buona sensazione – anche se quasi rara in questa epoca - di avere tra le mani qualcosa di più che un gran bel disco.

Perla Tuset – Settembre 2012